The trip PDF Print E-mail
Written by Administrator   
Thursday, 08 April 2010 15:25

 

L’idea di questo viaggio è nata una sera di novembre del 2008, stavo tornando a casa (all’epoca abitavo nello studentato di Herengracht a Leiden, Olanda) dal laboratorio e incontro all’ingresso una mia amica spagnola, Sandrita Galimberti, che mi presenta un suo amico di Madrid, tale Jaime Sartorius (www.lavueltaalmundodesarto.com) che è di ritorno a casa dopo un lungo viaggio. Mi dice che gli piace viaggiare e anche a me piace parecchio e come si fa tra viaggiatori cominciamo a parlare scambiandoci esperienze e racconti di viaggio: quella sera io non riesco a raccontare niente tanto sono rapito dal suo racconto. Sarto (così è il suo soprannome) sta viaggiando da 6 mesi e mezzo attorno al mondo, prima in macchina e poi in moto. Dalla Spagna all’India e poi dall’Alaska a Panama, per me è semplicemente incredibile!! Lui mi avvicina perché vede che ho una moto e pensa che io lo possa aiutare con i suoi problemi meccanici così il giorno dopo lo dedico completamente a lui e alla sua moto. Ci spostiamo da un negozio all’altro in cerca del pezzo che fa al caso nostro ma non troviamo nulla fino a quando non ci rechiamo in un villaggio vicino al mare (Katwijk an zee) dove si trova una officina meccanica in cui c’è anche un ripostiglio pieno di pezzi di seconda mano, così mi metto a cercare in mezzo a oggetti di tutte le forme mentre Sarto recupera la moto all’aeroporto di Amsterdam. Mentre cerco mi si avvicina un signore sulla sessantina che mi chiede:

Lui: cosa stai cercando?

Io: il perno della ruota anteriore della moto di un amico (e gli dico di che moto si tratta)

Lui: Così non lo troverai mai, ti conviene portare qui la moto

Io: La moto è ad Amsterdam, all’aeroporto

Lui: Se vuoi ti accompagno a prenderla, io ho un carrello, la carichiamo e la portiamo qua

 

Ecco lui è Huub, il mio compagno di viaggio.

 

Quel giorno abbiamo messo a posto la moto di Sarto che è ripartito e da quel momento abbiamo iniziato a frequentarci e a parlare di motociclette.

Per quanto mi riguarda la conoscenza di Sarto ha come sollevato il lenzuolo su un desiderio recondito, lui era la persona più libera e forte che io avessi mai conosciuto e aveva dato forma alla possibilità di intraprendere un viaggio come solo avevo desiderato. Da quel momento il desiderio mi sembrava possibile e così ho cominciato a pensare che anch’io potessi intraprendere un viaggio così. Huub è un esperto motociclista e meccanico scrupoloso con una spiccata creatività e nonostante questo un amore viscerale per la meccanica e per la semplicità, leggerezza e affidabilità del mezzo. Abbiamo legato e lui mi ha insegnato più o meno tutto quello che so sulla moto e su come funziona.

Dopo qualche tempo, una sera stavamo bevendo una birra, una Grolsch, e gli chiesi se voleva partire con me in moto. Io volevo andare in Indonesia (poi tutto è cambiato principalmente per l’impossibilità di attraversare Myanmar e Cina). Lui accettò praticamente subito e da lì abbiamo cominciato ad organizzarci.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Da quando sono tornato in Italia a Luglio abbiamo comunicato via skype settimanalmente e ci siamo impegnati per deciderla destinazione del nostro viaggio e organizzare tutti i documenti necessari…ecco una breve lista:

-patente internazionale Vienna

-patente internazionale Ginevra

-Fidejussione bancaria per Carnet de Passage en Douane

-Carnet de Passage en Douane

-assicurazione moto che coprisse più paesi possibili

-assicurazione sanitaria

-vaccinazioni (epatite A, tifo, anticolerica, antirabbica e già che c’ero anche richiamo del morbillo)

-visti

 

 

La destinazione è diventata il Giappone passando dalla Ex-Jugoslavia, Turchia, Georgia, Azebaijan, Kazakistan, Russia (Siberia Occidentale), Mongolia, Russia di nuovo (Siberia Orientale) e Giappone.

 

Last Updated on Wednesday, 21 April 2010 08:54
 
Banner
Banner
Banner

http://trip.w650.nl/




Powered by Joomla!. Designed by: joomla templates VPS hosting plans Valid XHTML and CSS.